A Cosa serve il Vento

A cosa serve il vento

 

Stavo pensando oggi al vento di Trieste, qui, in questa pioggia di Milano.

E mi è venuta in mente una frase che va tanto di moda sui social network: mi è capitato di recente di vederla passare nella mia TL di Twitter e in quella di Facebook, impaginata su foto, con lettering vezzosi, in due o tre versioni leggermente diverse le une dalle altre.

Dice, questo stralcio di poesia di Alda Merini diventato di recente famoso:

Nessuno mi pettina meglio del vento

  Continua a leggere

La Bora e il Ragioniere

La Borae il Ragionierie_Gianni Rodari

Sono a Trieste, da ieri.

Ed è uno di quei posti dove desidero essere da tanto di quel tempo che non ne ricordo nemmeno più l’origine.

No dai, che l’origine me la ricordo: risiede in un racconto di Gianni Rodari. Questo. Buona lettura (e individuate per tempo il vostro mattone, è il miglior augurio che posso farvi).

Continua a leggere

Tutto partì da una Faccia Buffa

COME AVVICINARE I BAMBINI ALLA LETTURA: L’INIZIATIVA AMOLEGGERTI

tutto partì da una faccia buffa_nati per leggere

 

Questo è il primo libro che ho sfogliato con Pietro, proprio questo qui, tutto ammaccato e tenuto insieme con il nastro adesivo, Guarda che faccia della Giunti Kids, consigliato dal programma Nati per leggere.

Prima di lui c’è stato altro, soprattutto figurire in bianco e nero su cui imbastivo lunghe storie che piacevano, probabilmente, solo a me. Pietro era troppo piccolo per protestare o per fare commenti di qualsiasi tipo: però ascoltandomi a volte cantava, o meglio, intonava qualcosa che sembrava una cantilena, e io continuavo.

Quello che ho sempre desiderato, infatti, è di passare a mio figlio la passione per la lettura: permettergli di diventare un lettore, fargli, in questo modo, un grande dono – insegnargli che esiste sempre la possibilità di moltiplicare il tempo e le emozioni grazie solo allo spazio di una pagina scritta.

Di questo parlo oggi sul blog di Federica MammaMoglieDonna, che ospita una mia intervista: anche Federica promuove la lettura per i bambini e lo fa attraverso il suo blog (con l’iniziativa AmoLeggeti a cui partecipo oggi), attraverso una preziosissima pagina Facebook, La biblioteca di Filippo – Libri per Bambini e anche con #letturadellabuonanotte, un hastag a cui partecipano tante mamme lettrici.

Buona lettura!

***Metodi di Scrittura*** John Steinbeck

La valle dell'eden
 
Ho amato di John Steinbeck La valle dell’Eden, a cui sono arrivato dopo la visione del film, dopo l’innamoramento (che non so ora ma un tempo era un passaggio obbligato per le adolescenti) per quel gran bel ragazzo che è stato James Dean.
 
Ho amato anche Furore, ma meno: certo potrei rileggerlo, alla luce degli anni e dei fatti trascorsi.
 
Ho trovato del buon Steinbeck qualche consiglio di scrittura: e qui sintetizzo ciò che a mio parere si può copiare, in qualche modo. Continua a leggere

Leggere è Raccontarsi Storie

IL TEMPO CON MIO FIGLIO

Leggere è raccontarsi storie

 

Quanto tempo passi tu, con tuo figlio? No perché sembra che facciate un sacco di cose insieme, è lui stesso a raccontarlo, a volte penso che lui se le immagini. Ché poi tu fai anche tante cose per conto tuo, quindi i conti non tornano.

A parte il fatto che i conti, a farli tornare, tornano sempre, la tua domanda, madre di altri bimbi, mi ha fatto riflettere e mi ha portato, appunto, a fare due conti.

Continua a leggere

Raccontare la Città secondo Gianni Biondillo

UN INCONTRO FORTUNATO GRAZIE A RESPIRARE PAROLE

Gianni Biondillo

A fine novembre (sì, ben quattro mesi fa, una vita fa) ho partecipato ad alcuni incontri organizzati dal Comune di Milano e da Letteratura Rinnovabile per il ciclo Respirare Parole.

Uno di questi era un laboratorio di scrittura tenuto da Gianni Biondillo e dedicato al tema raccontare la città. Vi racconto come è andata.

Continua a leggere