Il Dio delle Piccole Fortune

COME SVILUPPARE IL PROPRIO IO CREATIVO: ALLENAMENTI #25

Quadrifoglio

Tra i talenti importanti che ho esercitato quest’anno c’è saper trovare quadrifogli nei campi.

Non sto scherzando: erano anni che volevo imparare a farlo, da quando osservavo stupita la capacità innata di trovare trifogli geneticamente modificati di Paola, mia amica nonché vicina di casa e pertanto frequentatrice degli stessi miei prati.

I trifogli sono quadrifogli che hanno perso un petalo: devi trovarli prima che abbiano vissuto troppo, mi diceva. E poi aggiungeva: tu cerca, che se Dio te lo vorrà fare trovare, lo troverai.

Ché la fede in Dio di Paola è innata, proprio come la capacità di trovare quadrifogli.

E quando stasera ho raccolto questo quadrifoglio, sulla via di casa, ho pensato che fosse il momento giusto di parlare anche del lato spirituale de La via dell’artista.

Tutto il percorso che Julia Cameron propone con il suo metodo La via dell’artista è impregnato di spiritualità: l’affidarsi a Dio, il lasciarsi guidare da uno spirito creatore, da un potere superiore, è uno degli assiomi su cui si fonda la Via.

Ad un certo punto, a metà percorso, per l’esattezza, Julia suggerisce di dedicare per una settimana intera le pagine del mattino alla descrizione della propria personale concezione di Dio, il Dio in cui si crede e quello in cui si vorrebbe credere.

Il Dio di Julia è fondamentalmente l’essere creatore che ha dato origine a tutto il mondo, quello che non potrebbe mai punire nessuno occupato in attività creative essendo egli stesso un creatore, l’artista per eccellenza.

Guardano la natura, scrive Julia, verrebbe da dire che Dio stesso non sapeva quando fermarsi: non esiste un’unica specie di fiori rosa o dieci specie, bensì centinaia. Per non parlare dei fiocchi di neve, massima espressione di una pura esultanza creativa, giacché non ne esistono due uguali. Da un simile creatore non possiamo che aspettarci un supporto ai nostri impulsi creativi.

Qual è il mio Dio?

Mi piace molto la visione di Julia, anche il mio Dio è un essere creatore, un artista che capisce e guida, un potere che vuole solo la mia felicità e che facilita la mia libertà: un Dio leggero, che scioglie le briglie della sua e della mia fantasia, senza ipocrisie né pregiudizi, e soprattutto senza ragionevolezza.

Perché la creatività non è mai stata ragionevole e mai lo sarà.

***

Questa è la pagina di riferimento per coloro che incontrano il tema degli AllenaMenti e il metodo de La via dell’artista solo con questo post: nella pagina, presente sulla barra del menu, è possibile ripercorrere la via fin dall’inizio.

E se trovate qualche AllenaMento interessante per lo sviluppo dei vostri talenti, commentatelo o inviatemi una mail: il confronto mi fa piacere e mi fa crescere.

Gli AllenaMenti tornano lunedì 3 giugno

4 thoughts on “Il Dio delle Piccole Fortune

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...