When I say what I mean

Con una pazienza che non ho sto cercando gli scaffali adatti per questa mia stanza.

Per individuarli mi sto lasciando trasportare dalle note delle canzoni che amo e che oggi invadono il mio soggiorno.

E’ per questo che alcune delle etichette con cui indicherò i miei articoli potranno sembrare bizzarre: in realtà si tratta di titoli o frammenti di brani musicali che sintetizzano e danno significato ad un certo argomento.

Ecco un esempio: uno dei temi che più mi affascinano è la longevità. Utilizzare l’etichetta l’elisir di lunga vita oltre che pretenzioso mi sa di antiquato. Che ne dite di 18th till I die? Sì, il vecchio Bryan Adams la cantava negli anni Novanta.

E per racchiudere in una sola definizione tutti i desideri, quelli realizzati e quelli da rincorrere? Qui può aiutarmi Madonna e il suo I deserve It.

Restano da sistemare tutte le cose preziose che raccolgo da amici e che voglio appuntarmi per non dimenticare: qui potrei chiamare in soccorso i Depeche Mode con I’m taking a ride (with my best friend). Lo so che loro intendevano un’altra cosa, ma il concetto funziona!

E per parlare delle storie, narrate nei libri o raccontate per immagini, scomodo i REM con la loro bellissima Imitation Of Life.

Il gioco continua…

(fotografia dall’archivio di http://www.sxc.hu)

7 thoughts on “When I say what I mean

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...